was successfully added to your cart.

Carrello

Adesso ti dirò perché sei qui.


Sei qui perché è tutta la vita che hai la sensazione che ci sia qualcosa che non quadra nelle tue Stories Instagram.

Intuisci qualcosa che non riesci a spiegarti.

Non sai bene di che si tratta ma l’avverti.

È un chiodo fisso nel cervello. Da diventarci matto. È questa sensazione che ti ha portato da me.

Stavolta però, non ti proporrò la pillola rossa o la pillola blu come in Matrix, piuttosto mi “limiterò” a dirti cos’è che non va nelle tue stories su Instagram!

I prossimi 11 errori (+1 bonus) che ti elencherò, sono senza ombra di dubbio i più frequenti e nonostante la maggior parte di questi siano “scontati”, sono sicuro che dovrai ammettere che: “questo lo faccio anche io!”.

Se usi le stories per promuovere la tua attività online, o se la “tua attività” sei proprio tu, non puoi davvero perderti questo articolo.

Prima di partire però, ti svelo un segreto: molti altri articoli come questo, sono disponibili, in maniera completamente gratuita sul nostro gruppo facebook “Crescitasocial – Domina Instagram”.

Clicca qui se vuoi accedere subito al gruppo, e scoprire tantissimi altri articoli come questo

Ma adesso iniziamo: pronto a prendere la pillola rossa?

 

 

Errore Numero 1: Caricare solamente foto anziché video.

 

Una foto difficilmente riuscirà a raccontarti al meglio!

Le stories hanno prima di tutto lo scopo di creare un legame con tuoi follower.

Sfruttandole darai quindi la possibilità ai tuoi follower di conoscerti meglio, accorciando di molto la distanza che il rapporto online mette tra voi.

Un video è sicuramente il modo migliore per raccontare la tua vita, il tuo lavoro o più semplicemente condividere un evento speciale che ha caratterizzato la tua giornata!

 

Errore Numero 2: Le stories non servono a vendere, quindi non sono utili alle aziende

 

Questo è l’errore più grande che un’azienda o un professionista possa commettere!

I motivi sono davvero tanti, e per raccontarteli tutti non basterebbe un articolo dedicato. Proverò comunque ad elencarne alcuni:

– le stories hanno semplicemente una grandissima visibilità!

– permettono di raccontare il tuo lavoro, aumentando di molto la fiducia percepita dai tuoi clienti, nei confronti del tuo prodotto/brand. Immagina di poter raccontare il processo produttivo del tuo prodotto, o la tua “vita in ufficio”. Qualunque sia la tua attività, vederla da vicino può realmente essere interessante!

durano solo 24 ore (24ore davvero!): potrai finalmente dare la giusta importanza alle tue campagne promozionali, sfruttando il fattore tempo…senza che a nessuno venga il dubbio che anche domani la

promozione online!

possono essere sponsorizzate a costi bassissimi. Solitamente il costo per “visualizzazione” di una stories, è inferiore ai 3 centesimi di euro (altro che la cartellonistica stradale!);

ne vuoi sapere di più? Ti basta entrare nel nostro gruppo Facebook! Clicca qui per accedere adesso!

 

Perchè non dovresti parlare nelle stories instagram

Errore Numero 3: “Non aprite quella bocca”

Sembra davvero troppo banale, eppure, è un errore che tantissimi commettono: riprendere panorami, scene ed eventi …senza dire una parola!

Ricordi il concetto di “accorciare le distanze”?

Ecco, per ridurre queste famose “distanze”, servono tante cose: una di queste è la tua voce!

Usala per raccontare quello che stai vedendo, trasmettere le emozioni che stai provando, e raccontare ciò che pensi…ma no, non usarla per sostituirti alla musica nelle stories! (a meno che tu non sia davvero molto molto intonato :D)

 

Errore Numero 4: Il senza volto!

Che sia per vergogna, o perché non sai cosa dire, se anche tu eviti di mostrare il tuo volto nelle stories: sappi che stai commettendo un errore imperdonabile!

Se stai pensando “ma va!”, sappi che questo è semplicemente l’errore più frequente di tutti! (subito dopo l’errore “bonus” :D)

Un legame può nascere solo associando delle emozioni ad una persona, e no… non esistono persone senza volto! (beh si, ci sarebbe Liberato …ma questo è un altro discorso).

E’ un basilare meccanismo psicologico: quando vediamo un volto e sentiamo una voce, la nostra attenzione aumenta!

Ovviamente più attenzione significa minor voglia di saltare la tua stories!

Siamo animali sociali, e come tali abbiamo bisogno di “facce” a cui associare delle emozioni…ovviamente mi raccomando: fai in modo siano emozioni positive!

 

Errore Numero 5: non usare un piano editoriale!

Un legame, ad esempio l’amicizia, è basato su molti fattori, tra cui fiducia e stima.

Abbiamo già parlato dell’importanza del creare un legame con i follower, accorciando le distanze che vi separano, ma è altrettanto importante farlo in maniera “organizzata”!

I contenuti da pubblicare non possono essere frutto del caso, bensì devono rappresentare i gradini di una scala, che ti permetterà trasformare un completo sconosciuto…nel tuo primo fan!

Per farlo, è importante creare dei contenuti di valore, ma è fondamentale pianificare tutto tramite un calendario editoriale, evitando quindi di “rimanere senza nulla da dire” proprio sul più bello!

Se pensi che “non ho tempo per farlo”, sappi che ci sono moltissimi strumenti utilissimi ad aiutarti in questo lavoro.

Ad esempio degli strumenti che ti permettano di programmare i tuoi post, per pubblicarli automaticamente.

Se vuoi saperne di più, ne abbiamo già parlato sul nostro gruppo facebook privato, quindi ti rimando al gruppo per saperne di più.

Clicca qui per accedere, e scoprire molto di più sull’argomento!

 

Quando prendi pochi like su instagram

Errore Numero 6: “se non è perfetto non lo pubblico”

Stories non fa rima con perfezione!

La tua spontaneità è il modo migliore per ottenere la fiducia di chi ti guarda.

Se hai qualcosa da dire fallo, ma non farti prendere dalla “sindrome” di Pippo Baudo: non sei in tv, sei su instagram!

Ma attenzione, spontaneità non significa “scarsa qualità”!

In che senso? Vediamolo nel prossimo errore!

 

Errore Numero 7: oggi ho mangiato, poi sono andato in bagno…quindi ho dormito

 

Ebbene si, è dura ammetterlo ma non sei Chiara Ferragni, e probabilmente a pochi interesserà conoscere la tua routine giornaliera (stalker a parte!).

Anche in questo caso il concetto è in realtà semplice: chi guarda una tua stories, cerca inconsciamente un qualche tipo di vantaggio per se stesso.

Ovviamente il vantaggio può essere una semplice risata, condividere lo stesso panorama che stai vedendo tu mentre si trova comodamente sul divano, venire a conoscenza di un’ottima ricetta per la colazione, degli utili spunti per gli acquisti, o ancora scoprire che esiste una persona con le sue stesse passioni, etc.

Prima di fare una stories, prova a chiederti: perché i miei follower dovrebbero guardarla? Se una risposta c’è, ed è convincente…sai già cosa fare: postala!

Ps. puoi sempre chiedere dei feedback ai tuoi follower, in modo da poter capire quali argomenti/stories li interessano maggiormente.

 

Stories in serie

Errore Numero 8: Non sfruttare le stories in successione

 

Sembra strano, eppure in molti non sfruttano la possibilità di spalmare un messaggio in più stories.

Riassumere tutto nei pochi secondi a disposizione è davvero difficile, ma ovviamente unendo più stories possiamo ovviare al problema.

Spesso reputiamo le stories non adatte a ciò che vogliamo comunicare perché semplicemente troppo corte!

Insomma è arrivato il momento di modificare questo modo di pensare!

 

Errore Numero 9: Non usare gli hashtag nelle stories

 

Sarò davvero breve: gli hashtag sono fondamentali!

Se preferisci, puoi anche nasconderli dietro degli stickers, o mischiarli con il colore dello sfondo della tua foto…ma usali!

Ovviamente se ti stai chiedendo “ok, ma quali devo usare?”, la risposta è molto semplice: “dovete testare”.

Non esistono hashtag giusti per tutti, ma sicuramente partire da hashtag legati alla vostra città ed alla tua nicchia: è un’ottima un’idea!

Se vuoi saperne di più su questo argomento, ricorda che esiste il nostro gruppo facebook!

Clicca qui per accedere al gruppo privato, e scoprire molto di più sull’argomento!

 

Errore Numero 10: Jiulienne di stickers, con pioggia di filtri e contorno di stories “laggose”

Gli 11 errori più comuni sulle stories instagram

 

Se hai un cellulare non proprio nuovissimo, evita assolutamente ogni tipo di filtro che possa peggiorare la situazione!

Inoltre adesivi e filtri, non devono mai essere il motivo della stories stessa!

Quindi, se ti piace davvero tanto immaginarti con la faccia di Umpa Lumpa fallo…ma limitati a scaricare la stories solo per te, per poi magari condividerla su whatsapp ai tuoi amici ma…No: non pubblicarla!

 

Errore Numero 11: Tag e stickers interattivi nei punti sbagliati

 

Ne in basso, ne in alto, ne vicino al bordo destro o sinistro: al centro!

Se vuoi mettere in evidenza un tag, ottenere risposte ad un sondaggio o qualunque altra interazione, non puoi mettere questi elementi in punti casuali.

Il centro (meglio se non sopra la tua faccia), è sicuramente il punto in cui sarà più semplice cliccare.

In questo modo permetterai a chi vede la tue stories di saperne di più, senza passare alla stories successiva per errore.

 

Errore Bonus: Fare le stories in orizzontale

 

Instagram Stories orizzontali

No comment.

Va bene dai, un commento lo faccio: le stories orizzontali, sono una delle cose peggiori che l’occhio umano possa vedere!

Il motivo è semplice, instagram non è fatto per essere usato “in orizzontale”…e se proprio devi farlo, prova a creare una stories dove anticipi che “nella prossima stories, ruota il telefono per una migliore visione” (magari con una gif animata “rotate phone”).

In questo modo, se il tuo contenuto non può avere un formato verticale…avrai quantomeno avvertito in tempo chi sta per visualizzare la tua stories.

Ci siamo, siamo arrivati alla fine!

Prima di andare però, vorrei davvero sapere se questi miei consigli ti sono stati utili.

Raccogliere tutte queste informazioni non è stato proprio un gioco da ragazzi, per questo ti chiedo semplicemente di farmi sapere se conosci altri “errori comuni”, in modo da poter condividere queste informazioni con tutti gli altri, e poter migliorare insieme questo meraviglioso strumento che è Instagram.

Come fare?


Ormai dovresti saperlo 😀

Nel nostro gruppo Facebook “Crescitasocial – Domina Instagram” potrai trovere altri contenuti unici come questo, e soprattutto, troverai sempre qualcuno pronto a rispondere alle tue domande e dubbi!

A questo punto tocca a te: clicca qui per accedere subito al gruppo privato!

Ci vediamo dall’altra parte… ma non farti attendere troppo!

Mirko Morfino

About Mirko Morfino

gli-11-errori-da-evitare-assolutamente-nelle-tue-stories-crescitasocial
>